Brianza: Saldi quasi al via, scatta la corsa all’affare

leggere

leggere

Partiranno il 4 gennaio prossimo i tanto attesi saldi. Questa mattina la Camera di Commercio di Monza e Brianza ha diffuso una stima sull’andamento dei prossimi ribassi e se da una parte i commercianti possono sperare ancora in qualche coda di Natale, visto una famiglia lombarda su 4 non ha comprato in occasione delle festività per aspettare prezzi più accessibili, è altresì vero che in media non si spenderà più di 128 euro a persona. Di fatto, sempre secondo CamCom, solo il 44% delle famiglie sul territorio regionale accederanno alle occasioni, anche se rispetto all’anno scorso la media è rimasta abbastanza simile. La Provincia dove si spenderà di più è Varese con 164 euro per acquirente, seguita da Monza a 131 euro e Milano a 125 euro in media. Il capoluogo della Brianza è rispetto alle altre città, quello con la percentuale più alta di famiglie che hanno acquistato comunque prima dei saldi: una su cinque.

SOTTO L’ALBERO – Interessante scoprire cos’hanno trovato comunque i brianzoli sotto l’albero. Anche in tempi di crisi, infatti, al regalo non si rinuncia. Così tra qualche ristrettezza e qualche taglio importante (ad esempio il 6% ha rinunciato a festeggiare al ristorante) il giro d’affari complessivo lombardo ha toccato quota 620 milioni di euro. I lombardi hanno acquistato soprattutto abbigliamento, accessori e calzature (52%) seguiti da libri, dischi, cd e giocattoli (il 32%). Il dato è in controtendenza rispetto agli scorsi anni quando comunque si optava nche per gioielli o bigiotteria. La busta della nonna – la classica mancia – funziona ancora tanto che è salita al 17% contro il 12% dello scorso anno.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here