Brianza: Natale amaro per le imprese, solo il 60% pagherà regolarmente

natale-panettone

Sarà un Natale amaro quello di quest’anno. Lo si vede già nei supermercati. Ancora niente di quelle ostriche e astici farciti che inondavano i banconi. Però a dire che la situazione è anche più grave del previsto è il bilancio di fine anno delle imprese lombarde, reso noto quest’oggi da Camera di Commercio. Dodici mesi che parlano ancora e nonostante tutte le promesse di crisi nera, di stipendi e tredicesime da sognare. Secondo le stime sono 600mila i lavoratori su tutto il territorio regionale che non vedranno il “bonus” di fine anno, quello che cui da qualche anno a questa parte si compravano i regali e ci si concedeva qualche piccolo strappo alla regola. Il settore più in crisi sotto questo profilo, le costruzioni. Le stime dicono che quasi un’impresa su due avrà problemi di pagamenti, anche per gli stipendi. Un pochino meglio l’industria dove il 75,5% degli imprenditori prevede pagamenti regolari, il commercio con il 68,3% e i servizi al 67,5%.

In Brianza la situazione non è molto diversa. Secondo i dati di CamCom, infatti, solo il 66,9% delle attività riuscirà a pagare regolarmente stipendi e tredicesime. Resta fuori quasi il quaranta per cento che ballerà tra chi potrà permettersi di vedere almeno lo stipendio e chi invece né l’uno né l’altra. Quest’ultimo caso riguarda ben il 4,6% delle aziende, mentre il 14,4% degli imprenditori ascoltati ha dichiarato che arriverà a dicembre con arretrati su entrambi i fronti.

Cosa fare? È quello che invece gli imprenditori hanno chiarissimo. Solo che non dipende da loro. Infatti, al primo posto c’è la riduzione dell’Iva. Su scala lombarda,. sono ben il 36,5% le imprese che lo chiedono e a Monza e in Brianza la cifra sale ad oltre il 37%. Solo dopo arrivano altre misure, comunque importanti, come la cessione del patrimonio pubblico, l’abolizione dell’Ima (18,4%) e infine la detassazione della tredicesima, richiesta dal 16,5% degli intervistati.

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here