Brianza: Evasione, Monza in classifica

evasione-agenzia-entrate-brianza

evasione-agenzia-entrate-brianza

Brianza, evasione: Monza in classifica. È classificata tra le aree industriali a pericolosità fiscale 1 (bassa), ma pericolosità sociale 3 e tenore di vita 4. Su una scala che va da 1 a 5. La fotografia è stata scattata non da un istituto di sondaggi, ma direttamente dall’Agenzia delle Entrate che ha diviso l’Italia in otto fasce a seconda della “propensione” più o meno spiccata all’evasione, calcolandone anche le condizioni economiche generali e la presenza di elementi di disturbo sociale. Così si scopre che Monza e Brianza rientrano tra le cosiddette “aree industriali” insieme ad Ancona, Bergamo, Bologna Genova, Padova, Torino, Treviso, Trieste, Varese, Verona e Vicenza. Zone dove il tenore di vita è in media alto e dove però sussiste, seppure in misura minore rispetto ad altre aree, una pericolosità fiscale accertata. In tutto l’Agenzia delle Entrate ha suddiviso il Paese in otto Italie diverse che convivono all’interno degli stessi confini geografici. La scala è tutta a salire e si parte dalle aree “Rischio totale” (Agrigento, Brindisi, Caltanissetta, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Foggia, Frosinone, Lecce, Napoli, Ragusa, Reggio, Calabria, Salerno, Trapani, Vibo Valentia, Barletta-Andria-Trani), proseguendo per “Metropolis” (Roma e Milano), seguita da “Niente da dichiarare?” (Avellino, Benevento, Campobasso, Enna, Isernia, Matera, Nuoro, Oristano, Potenza, Rieti, Ogliastra), “Rischiose abitudini” (Grosseto, Imperia, La Spezia, Latina, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Rimini, Savona), “Non siamo angeli” (Bari, Cagliari, Catania, Messina, Palermo, Sassari, Siracusa, Taranto, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Olbia-Tempio), gli “Equilibristi” (Arezzo, Ascoli Piceno, Asti, Chieti, Ferrara, L’Aquila, Macerata, Novara, Perugia, Pesaro e Urbino, Teramo, Terni, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Viterbo, Fermo) e “Stanno tutti bene” (Aosta, Belluno, Biella, Bolzano, Como, Cremona, Cuneo, Forlì-Cesena, Gorizia, Lecco, Lodi, Mantova, Modena, Parma, Pavia, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rovigo, Siena, Sondrio, Trento, Udine). Monza e Brianza si piazza tra le ultime due, subito dopo gli “equilibristi”, ma prima di “Stanno tutti bene”.

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here