Brianza: Enpa lancia la petizione anti circo

elefantino-addestramento-nuovabrianza

Una petizione affinché tutti i Comuni della Brianza impediscano a qualsiasi circo con animali di esibirsi sui loro territori. L’appello è lanciato dall’Enpa e di fatto invita le 55 Amministrazioni comunali (e ovviamente i loro cittadini) ad aderire ad un impegno che ha come fine principale la tutela dei diritti animali. La petizione resterà aperta fino al 15 marzo e verrà presentata nei prossimi giorni a tutti i primi cittadini della Provincia. Come si diceva anche i cittadini – e forse soprattutto loro – sono invitati a fare pressing firmando per l’iniziativa. È possibile aderire inviando una mail all’indirizzo petizioni@enpamonza.it oppure un messaggio privato al profilo Facebook di Enpa Monza e Brianza. Chi lo desidera può anche recarsi di persona al canile di via Buonarroti per firmare. Per aderire bastano nome, cognome, indirizzo e numero di documento. L’idea è nata dall’attività di volantinaggio di alcuni volontari lo scorso inverno nei Comuni di Villasanta, Lissone e Seregno proprio davanti ad alcuni circhi che si preparavano al loro spettacolo. Da lì è nata l’idea di coinvolgere i cittadini e di unire le forze affinché i circhi con animali diventino un ricordo del passato.

locandina-circo-enpa

LA PETIZIONE – Il testo della petizione parte da alcuni semplici assunti, ossia che l’uso di animali nei circhi è causa di traffici illegali, che è da considerarsi una forma di maltrattamento e che gli animali sono sottoposti a continui e penosi spostamenti dentro gabbie anguste. “Durante gli spostamenti – si legge nel testo – spesso si viola la legge: si violano le norme del trasporto degli animali, si violano il divieto di tenere gli elefanti a catena, di recludere gli animali in spazi inferiori a quelli previsti dalla commissione scientifica Cites e di condurre in strada animali appartenenti a specie considerate pericolose”. Le strutture di trasporto, aggiungono poi da Enpa, oltre a rappresentare una violazione della loro dignità, possono rappresentare un pericolo per l’incolumità pubblica. E loro, come ha dimostrato l’episodio avvenuto lo scorso anno con la morte di un cucciolo di giraffa fuggito proprio da un circo. La petizione, quindi, chiede che i Comuni vietino qualsiasi forma di divertimento con animali, sostenendo invece gli spettacoli circensi con acrobati, giocolieri e altre attrazioni umane.

elefantino-addestramento-nuovabrianza

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here