Monza processo Briantopea: appalti truccati chiesti 40 anni di carcere

salvatore bellomo
Brianza, Salvatore Bellomo, il pubblico ministero di Monza che ha condotto l'inchiesta

briantopea

Monza processo Briantopea: appalti truccati chiesti 40 anni di carcere. Per i 17 imputati del processo “Briantenopea” sono arrivate le richieste di condanna di Salvatore Bellomo, il magistrato che ha condotto l’inchiesta. Il pubblico ministero del Tribunale di Monza ha ritenuto comunque di concedere le attenuanti generiche ad Antonicelli: “non è un criminale incallito- ha detto nella requisitoria – e nell’inchiesta Clean City ha tenuto un atteggiamento collaborativo”.

LE RICHIESTE DI CONDANNA – Due anni per Giovanni Antonicelli, ex Pdl, ex Forza Italia, nominato dal sindaco leghista Marco Mariani assessore al patrimonio. L’ex socialista (condannato a 3 anni per tangenti sull’appalto dei rifiuti nell’inchiesta Clean Cty) Antonicelli è accusato di associazione a delinquere, in quanto «elargitore di appalti pubblici», a favore di Giuseppe Esposito, 59 anni, detto Peppe O’ Curt per via della sua statura, il napoletano che secondo l’accusa era a capo di una banda a Monza che elargiva voti ai politici in cambio di appalti. Per quanto riguarda gli altri 16 imputati, l’accusa ha chiesto pene da un minimo di 8 mesi ad un massimo di 8 anni. Condanne da tre a sei anni per gli uomini di fiducia di Esposito, (Cosimo Dicembre, Bossone, Giuseppe Gallo; due anni e otto mesi a Stefania Giorgini della società Pi Gi Emme). Associazione a delinquere finalizzata alle rapine, falso, alla clonazione di carte di credito, l’ accusa contestata. Esposito, inoltre, veniva accusato di voto di scambio con l’ex assessore Antonicelli, il quale avrebbe garantito appunto contratti pubblici per lavori di manutenzione e servizi alle sue imprese, in cambio del sostegno dato in campagna elettorale dato da Esposito e i suoi uomini. Esposito era già stato condannato a 14 anni in primo grado col rito abbreviato, poi ridotti in appello a 11 e sei mesi. Assolto per uno solo dei 104 capi di imputazione contestati. Tra abbreviati e patteggiamenti, erano state 38 le condanne pronunciate dal gup del Tribunale di Monza, per un totale di circa un centinaio di anni di galera. Dodici gli imputati che si erano avvalsi del rito abbreviato (tra i quali proprio Esposito), 26, invece, i patteggiamenti.

salvatore bellomo
Brianza, Salvatore Bellomo, il pubblico ministero di Monza che ha condotto l’inchiesta

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here