Besana: La piscina non c’è, ma il “buco” sì…

municipio-besana

municipio-besana

Il buco? C’è e si vede. Ma  è quello della piscina che non c’è e che ora è diventata oggetto di una sentenza del Tar che ha condannato il Comune a pagare 400mila euro alla società che avrebbe dovuto realizzarla. La vicenda sta scuotendo il paese e per questo domani, giovedì alle 21, si terrà un Consiglio comunale interamente dedicato alla questione. Il problema, infatti, oltre che economico è diventato politico. A pochi mesi dalle elezioni (Besana andrà al voto insieme ad altri 32 Comuni della Brianza), si profila un aumento dell’Irpef (già votato negli scorsi giorni) e di conseguenza un mare di polemiche. I primi a salire sulle barricate sono stati i consiglieri della Lega nord che ora parlano di una vera e propria manovra per far pagare ai besanesi il conto salato inflitto dai magistrati amministrativi. “È inutile ricordare come la Lega in tanti lunghi anni si sia battuta contro queste folli scelte, fino a scrivere quel ricorso che vide primi firmatario Davide Cereda e che oggi trova ascolto presso la magistratura – spiegano sul loro sito i leghisti besanesi – Sono le conseguenze di un’Amministrazione fallimentare. Non c’è nulla da dire, perché a parlare c’è già una sentenza, quella del Tar e ci sono i numeri incontrovertibili della vicenda Metancastano per la quale è stato richiesto che l’eventuale processo parta dalla somma piena della transazione”. Che significa 1,8 milioni di euro più Iva e rivalutazioni. In totale, circa 2,4 milioni di euro. Insomma, un vero terremoto quello che andrà in scena domani sera nella sala del Consiglio. L’opposizione si prepara a dare guerra: “Il sindaco, nonostante le nostre insistenze, ha voluto annullare invece che revocare la delibera che dava il via al progetto piscina. La differenza sta che il sindaco Cazzaniga non ha voluto prendersi una responsabilità, ma a pagare non devono essere i soliti, ossia i cittadini”. Appuntamento in Villa Filippini per conoscere il seguito della storia…

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here