Berlusconi inaugura la pista ciclabile di Arcore

Il sindaco di sinistra di Arcore e il cavaliere a braccetto per la nuova pista ciclabile

Berlusconi, scatenato come ai tempi d’oro. Silvio che fa gli onori di casa (gran parte dei terreni per la nuova ciclabile li ha regalati lui al Comune) come se fosse lui il “padrone” (della scena sicuramente). Il cavaliere a tutto campo da Maldini ai suoi problemi con la giustizia (litania immancabile). C’erano se non tutti, tanti. Compresa la “corte di miracoli” di politici e politicanti che circonda il cavalier Silvio Berlusconi, immancabile ed immarcescibile presenza in tutte le uscite per farsi vedere accanto al capo scroccando una foto da mettere sui giornali. E poi lei. Rosalba Colombo, sindaco di sinistra di Arcore, con tanto di fascia tricolore, per niente in imbarazzo dall’ingombrante presenza, schiacciata dalla personalità esuberante di Berlusconi (chi non lo è…) che nei bagni di folla come uomo di spettacolo e politico non ha rivali. Del resto con le elezioni alle porte (ad Arcore si vota a giugno) una passeggiata con Berlusconi val pure un pugno di voti. E la sindachessa (per dirla alla Boldrini) ha pure strappato la promessa a Berlusconi di una maggiore presenza nella vita cittadina sperticandosi in lodi. Una sorta di “Patto del Nazareno” versione mignon o se volete in salsa brianzola. Tante lodi nessuna battuta sull’affare del ministro Guidi. Un “fair play” che a Berlusconi in altre occasioni è mancato.

berlusconi-arcore-pista-ciclabile

BERLUSCONI: L’INAUGURAZIONE – L’ufficialità della manifestazione. Chiudete gli occhi dopo aver letto per entrare in sintonia con quanto successo. Colonna sonora dell’Istituto Luce, voce impostata alla Ferruccio Amendola (quella di Tony Montana in Scarface). Leggera suadente. Dichiarazioni di rito. Lo scritto di rito: “Alle ore 11 di lunedì 4 aprile, nell’anno del Signore 2016, è stata inaugurata la pista ciclabile che collega la porta San Giorgio del Parco di Monza al comune di Arcore. Il percorso è stato realizzato grazie alla partecipazione di Enti pubblici e privati. Tra questi, la Regione Lombardia ha avuto un ruolo importante. Così come la donazione di 3.000 metri quadri di terreno da parte del cavaliere simbolo della munificenza forza italiota. E poi giù l’elenco dei presenti e delle dichiarazioni da diffondere sui giornali. Applausi. Fine del cinema.

BERLUSCONI: IL PROGETTO – I lavori della ciclabile brianzola, progetto nato nel 2010, hanno interessato l’istituzione del Parco Valle del Lambro e la Regione Lombardia. L’ammontare complessivo dell’opera è stato di 350.000 euro. Cifra ripartita tra i vari Enti. Il Parco Valle del Lambro ha contribuito con 50.000 euro, mentre il Pirellone e il Fondo Coesione Governo hanno investito nel progetto rispettivamente 130.000 euro e 170.000 euro. Una parte dei terreni sui quali è stata realizzata la ciclabile, circa 3.000 metri quadrati, sono stati donati al Comune da Silvio Berlusconi. All’evento non sono mancate parole di entusiasmo che hanno sfiorato l’apoteosi manco fosse stata inaugurata la Salerno-Reggio Calabria. Ma va bene così. Dal sindaco di Arcore Rosalba Colombo a Fabrizio Sala finalmente nelle vesti di vicepresidente della Regione Lombardia e non in quelle di “amministratore di condominio” come lo definì qualche anno un suo collega di partito. Tutti hanno definito l’opera come “un virtuoso esempio di collaborazione di più soggetti nei settori pubblici e privati”. Hanno ragione. Il sindaco di Arcore poi ha messo il “carico di briscola” accentuando questo concetto sottolineando come sia “responsabilità di chi amministra il pubblico spogliarsi di ideologie e appartenenze e lavorare insieme”. Versione “mignon” del Patto del Nazareno o se volete in salsa brianzola di accordi a più ampio raggio.

BERLUSCONI: LOCAL – Non c’era il minimo dubbio. E’ come se Lionel Messi andasse a giocare all’oratorio. La star è stata Silvio Berlusconi, donatore di parte dei terreni sui quali è stata realizzata la ciclabile. Dopo essersi complimentato con le istituzioni pubbliche, l’ex-cavaliere ha definito il progetto e, più in generale, la totalità delle piste ciclabili come un mezzo per “conoscere meglio la natura e la bellezza della Brianza, che non è solo aziende”. Sempre riguardo le bellezze brianzole, Silvio Berlusconi ha citato il progetto della famosa Università delle Libertà di Villa Gernetto e il restauro del parco di quest’ultima. Secondo le parole di Berlusconi, il progetto è ripreso e i lavori dovrebbero proseguire.

BERLUSCONI GLOBAL – Vista la presenza dell’ex-presidente del consiglio, la grande schiera di giornalisti ha deviato l’attenzione sulle tematiche nazionali e non solo. Riguardo la questione delle comunali a Roma e Milano, Silvio Berlusconi ha definito il caso Roma come “un capriccio isolato”. Quando i giornalisti hanno deviato l’attenzione sulla recente situazione dell’ex-ministro Guidi, il presidente di Forza Italia non ha voluto rilasciare commenti a riguardo. A margine dell’evento, è stata ricordata dal patron del Milan la recente scomparsa di Cesare Maldini. Silvio Berlusconi ha salutato il sindaco di Arcore promettendo di essere più partecipe nella vita del comune brianzolo quando, secondo le sue parole, recupererà la “pienezza dell’innocenza con Strasburgo”. Poi tutti a casa, ite missa est…

berlusconi-sala

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here