Berlusconi, colpito Ar…core

    berlusconi monza

    Senza titolo-1

    Sto leggendo i commenti sulla decadenza di Berlusconi che filtrano a nastro sul web. Mi sento un essere inferiore davanti a lapilli di parole e concetti elevati alla quintessenza di summe filosofiche. Che poi nel linguaggio del marciapiede si traducono in cazzate dette dai soliti tronisti della politica. Poi, la svolta. Illuminato da tanto sapere, ma sì, ho voluto fare anche io il fico e dirò la mia sull’oggetto. Quello che è successo ieri al Senato rassomiglia ad una commedia di un anonimo del Seicento dal titolo: “La merda che si rivolta nel badile”. Si, mi piace. Rende.

    Il corpo del Cavaliere messo nell’ostensorio del voto è servito alla sinistra per vari motivi. Dare prova di fedeltà a se stessa. Abbiamo dimostrato che la giustizia è uguale per tutti (seeeee, ma quando mai…) cosa dobbiamo fare di più per dimostrare che Noi siamo la sinistra?

    E ancor di più. Il corpo di Berlusconi, impiccato alla sua stessa storia servirà come atto fondativo della nuova Dc, che così potrà rinnegare il frutto marcio della vecchia Democrazia Cristiana e liberarsi di un parente scomodo e per certi versi scandaloso. Certo l’operazione comporta un certo rischio, perché l’esposizione del corpo del nemico implica che questo sia morto, mentre a quanto pare il Cavaliere è ancora vivo, è ancora il tycoon con tutte le sue armi mediatiche e, sfruttando il malcontento popolare, potrebbe fare brutte sorprese ai suoi avversari e ancora una volta al Paese.

    Ricordo che anche Grillo e Renzi sono fuori da un Parlamento e da istituzioni che stanno diventando cittadelle sotto assedio da parte della gente comune. Insomma ieri in Senato hanno fischiato il tenore Berlusconi, sentirete il baritono Silvio…
    Marco Pirola

    Commenti

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here