Baraccopoli di Monza spianata dalle ruspe

Baraccopoli di Monza spianata dalle ruspe

Baraccopoli di Monza spianata dalle ruspe. C’era una volta la baraccopoli stile “san Paolo” in Brasile. Sorgeva a San Damioano, in una terra di nessuno tra Monza e Brugherio dove nel corso degli anni era cresciuta una vera e propria baraccopoli con case di legno, roulotte, ma soprattutto rifiuti  in quantità industriale. Ma anche animali da cortile, cani e gatti abbandonati a se stessi. Da mercoledì le ruspe hanno restituito alla legalità questo fazzoletto di terra dimenticato al confine tra Monza e Brugherio. Un fazzoletto di terra dimenticato dagli uomini e da Dio abitato però da famiglie con bambini in tenera età.

LA BARACCOPOLI – Mercoledì 24 febbraio, in mattinata, carabinieri, Polizia di stato e gli agenti della Polizia locale di Monza hanno dato esecuzione allo sfratto di una famiglia italianissima che abitava da ani nelle casette costruite abusivamente dietro al nuovo canile municipale gestito dall’Enpa di Monza. La baraccopoli era sorta indisturbata ai lati della strada sterrata e piena di buche che dcon la pioggia si trasformava in un autentico pantano. Quella strada che corre parallela a viale delle Industrie e viale Enrico Fermi. All’apparenza le casette sembravano uno dei tanti ricoveri per attrezzi di bucolica memoria, ma nella realtà erano abitate da cinque famiglie trincerate dietro una montagna di rifiuti di ogni genere. Spazzatura che troneggiava all’ingresso in bella vista e che era diventata una vergogna. Con il passare del tempo, alcuni abitanti della baraccopoli avevano “mollato il colpo” dietro agli sfratti del Comune di Monza e si erano trasferiti, ma rimaneva quell’ultimo ostacolo spianato dalla ruspa mercoledì mattina, ruspa protetta da un nugolo di carabinieri e polizia che di questi tempi e con tali chiari di luna erano quanto mai necessari per garantire la sicurezza degli addetti alla demolizione e sgomberare gli ultimi abitanti.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here