Artigiani Brianza: a Roma passando per Lissone

protesta-artigiani-lissone
Mantegazza con in mano il cartello di protesta degli artigiani lissonesi.
protesta-artigiani-lissone
Mantegazza con in mano il cartello di protesta degli artigiani.

Brianza, la protesta degli artigiani sbarca a Roma. Lissone c’era. A Roma erano in tanti tra artigiani e commercianti della Brianza per far sentire la voce di due categorie “vitali” profondamente toccate dalla crisi. Chi dice 60mila, chi di più. Il balletto delle cifre è assolutamente relativo. Lissone era presente con una delegazione con a capo Giovanni Mantegazza. Classe 62, tipografo, battagliero rappresentante di Apa-confartigianato non ha voluto far mancare la voce della Brianza.

LA PROTESTA – Sono arrivati a migliaia a Roma per quella che era annunciata come «una rivolta pacifica delle imprese». L’economia reale chiede allo Stato «meno tasse e meno burocrazia». Nessuna tuta blu, né forconi. Ma decine di migliaia di commercianti, artigiani e piccoli imprenditori di tutta Italia, guidati soprattutto dal Nord est del Paese, hanno riempito martedì mattina piazza del Popolo a Roma. Con un messaggio diretto al nuovo presidente del consiglio incaricato: «Matteo stai preoccupato. Non ci faremo più portare via il nostro futuro». Ma nel complesso la manifestazione si è svolta in grande compostezza, senza tensioni, nonostante la piazza fosse molto calda.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here