Amministratore condominii Monza condannato

amministratore condominii monza tribunale

Due anni e mezzo di reclusione per avere rubato 500 mila euro

Amministratore condominii Monza condannato per avere rubato la cassa. Questa la condanna inflitta dai giudici del Tribunale di Monza a Loris Canini, monzese doc, 43 anni. l’amministratore era imputato di appropriazione indebita per circa mezzo milione di euro. Soldi spariti dalle casse di una ventina di immobili di cui era amministratore. Il buco in una decina di condomini tra Monza, Agrate Brianza, Sovico, Muggiò, Lissone, Bovisio Masciago, Desio e Albiate.

Amministratore condominii Monza: la vicenda

La scoperta dell’ammanco era avvenuta nell’estate del 2012 quando sui giornali erano uscite le lamentele e le segnalazioni di inquilini di condominii a Monza e Brianza. Una dopo l’altra. La gente lamentava ammanchi nei bilanci della gestione sempre più evidenti. Prima semplici richieste di spiegazioni poi proteste per la gestione. Man mano che passava il tempo però, lo scandalo anziché sopirsi, era diventato incontenibile. Ed era “esploso” nella sua entità a Monza, Agrate Brianza, Sovico, Muggiò, Lissone, Bovisio Masciago, Desio e Albiate.

Amministratore condomini Monza: il finale

Per un mese l’uomo aveva fatto perdere le tracce. Si diceva che Loris Canini si fosse appropriato dei soldi dei condomini e che con quelli si fosse rifatto una vita alle Maldive con una compagna. Ma lo stesso interessato a fine agosto del 2012 era riapparso a Monza negando di essersi arricchito. la sua difesa si è sempre basata sul fatto di avere avuto problemi di gestione per pagare i fornitori iniziando a prelevare anche dagli altri conti con un crescendo rossiniano di soldi fino al tracollo finale. L’ex amministratore di condominii aveva aggiunto e pubblicato anche su di un social network di essere caduto in forte depressione. E di avere pensato anche a togliersi la vita. Mercoledì mattina la condanna del Tribunale di Monza a due anni e mezzo di reclusione e il risarcimento danni.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here